Sunkid – soluzioni logistiche innovative nella valle dello Zillertal

La ditta tirolese Sunkid, in collaborazione con gli impianti di risalita di Mayrhofner e gli impianti delle Zillertaler Gletscherbahnen, é riuscita a realizzare per quest’inverno nella regione sciistica dello “Zillertal 3000” due innovativi sistemi di trasporto: lo shuttle “Horberg” e un "minilift".

1. Mayrhofner Bergbahnen - Horberg Shuttle:

 

Gli sciatori e non solo loro vengono trasportati dal tappeto magico dalla valle Horbergtal alla stazione a monte dell’Horbergbahn. Con la gran comodità di questo nuovo collegamento si supera uno squilibrio d´altitudine pari a circa 60m.

 

Dopo una bella giornata passata sugli sci ci sono, nei giorni di punta, fino a 750 sciatori che risalgono i 60m d’altitudine fino all’Horbergbahn per poi scendere a valle. Il problema era stato riconosciuto anche dai gestori delle Mayrhofner Bergbahnen, i quali hanno cercato già  da qualche tempo di trovare un comodo attacco. Dopo intensive ricerche per una possibile soluzione di carattere tecnico, gli impianti di risalita, sotto il comando del capo azienda Rauch Andreas, hanno optato per l´impiego di nastri trasportatori per superare questo squilibrio.

 

I sciatori vengono ora trasportati comodamente da un tappeto magico della Sunkid di lunghezza pari a 54m e da un secondo tappeto della lunghezza di 60m. Nei giorni di punta vengono trasportate fino a 4.700 persone . Quasi il 90% di loro utilizza gli impianti nel tardo pomeriggio dalle  14.30 alle 16.30!

 

Gli impianti sottostanno al controllo di un addetto che é in grado di sorvegliare entrambi gli impianti al meglio. Le Mayrhofner Bergbahnen progettano per il prossimo anno un terzo tappeto magico della Sunkid e inoltre vogliono collegare la parte mancante di circa 50m. Si pensa anche all’ampliamento bidirezionale degli impianti. In questo modo sia pedoni che principianti possono essere trasportati la mattina a monte e durante il giorno a valle.

 

I motivi per scegliere il tappeto magico della Sunkid:

  • é un trasporto adatto a tutti i tipi d’utente( sciatori, snowbordisti con sci a mano o meno, pedoni, bambini di tutte le età, passeggini, slittini ecc…)
  • grande capacita di trasporto l’ora
  • bassi costi d’investimento a confronto di altri impianti
  • nessun lavoro di costruzione ( non ci sono fondamenta, supporti ecc)
  • flessibilità – é sempre possibile una modificazione della lunghezza e del luogo
  • massima sicurezza e massimo comfort

 

SUNKID tappeto magico – dati tecnici
Generazione 9, lunghezza 1x54m e 1x60m, versione con catena a maglie

  • Larghezza del nastro 60 cm
  • Spinta: 7,5 KW - 3 x 400 V
  • Velocità 0,1-0,6 m/sec,
  • Continuamente regolabile
  • Pendenza fino al 22 %
  • Costruzione modulare (3 m unità)
  • Scatola elettrica inseribile e trasportabile
  • Sicurezza del circuito elettrico a 24 V
  • Nuovo sistema di controllo degli errori
  • Convertitore di frequenza d’alta qualità
  • Superficie di percorso con acciaio inossidato
  • Appoggi per adattabili alle differenze del terreno
  • Costruzione in acciaio stabile, zincata
  • Sollevatore dell’elemento per facilitare la manutenzione
  • Corridoio sollevabile di 30 cm con tappeto nevoso
  • Piattaforma di entrata e uscita regolabile, che permette una facile pulizia dalla neve

 

2. Zillertaler Gletscherbahnen – Mini-Lift:

 

Dall’inverno 2001/2002 la rivoluzionaria funivia va e vieni "150er Tux" permette il collegamento delle regioni sciistiche Penken/Mayrhofen alle regioni Rastkogel/Tux. Gli utenti ritornano a Mayrhofen su una bella pista rossa, ma relativamente lunga. Per facilitare a tutti gli utenti, anche ai meno allenati, questo tragitto, la funivia è utilizzata anche come mezzo di ritorno. Fin´ora si doveva superare uno squilibrio d´altitudine pari a 25m per una lunghezza di circa 150m. Da quest´anno il tragitto é stato attrezzato di un semplice e comodo minilift, il Bruckschlögl Swiss Cord.

 

All’altezza di 2.450m sul livello del mare e in posizione esposta ai venti è richiesto un sistema di trasporto molto particolare per mantenere i costi del mantenimento e il servizio entro determinati limiti. Questo bisogno é soddisfatto al meglio dal sistema di trasporto Swiss Cord  grazie alla: 

  • guida a fune verticale e
  • regolazione di altezza variabile fino a 2,6m.

 

Questo permette un adattamento all’altezza della neve e facilita la preparazione delle piste con uno spartineve.

 

Nella sciovia Swiss Cord particolare importanza ricopre la sicurezza nella stazione d’uscita. Bruckschlögl ha trovato una grande soluzione a questo problema, il sistema chiamato "Faltenbalg”. A fronte del meccanismo di spinta é montato un piccolo disco di plastica attraverso il quale corre il cavo prima di entrare nella stazione. Un sistema di elevazione si inarca sul mantice di gomma del sistema Faltenbalg e collega il disco di plastica a fronte del meccanismo di spinta con la stazione. Se il disco é respinto da un oggetto verso la stazione, allora l´elevatore si blocca azionando un sistema di sicurezza e anche nel caso di uno spostamento di 55mm il sistema si blocca. La lunghezza del cavo di questo sistema viene misurata in base al corridoio di risalita dell’impianto.

 

L´impianto è controllato indirettamente da un sistema video con un dispositivo radio bidirezionale che permette minori costi per il personale e l´ammortamento dell’impianto.  Un’altra caratteristica delle sciovie Bruckschlögl Swiss Cord sono i manicotti di gomma sulla fune che sono montati ogni 9m e offrono al passeggero un equilibrio di tenuta.

2005-03-14

Preferiti

Chiudi
Positionen Filtern nach: alles Anzeigen | Produkte | Projektberichte | Bilder Bestellung
All'inserimento dati